Ecco un bellissimo progetto di pittura decorativa contenuto nel numero Hobby Book n.19 Decorative Painting!!

 

AGGIORNAMENTO CONCORSO! : IL TERMINE PER PRESENTARE I LAVORI SI E’ CONCLUSO IL 30 APRILE, STIAMO VALUTANDO ATTENTAMENTE I PROGETTI PRESENTATI E ANNUNCEREMO LE VINCITRICI MARTEDI’ 18 MAGGIO!!

Alla prossima!! ^-^

Annunci

Con questo articolo parte oggi una serie di lezioni , una sorta di scuola di decoupage gratuita dove affronteremo varie tecniche e vi forniremo dei consigli utili nella realizzazione. Ci sono arrivate infatti tantissime richieste ultimamente per avere spiegazioni o aiuto su progetti decorativi anche semplici,  perchè tante persone si avvicinano al decoupage e alle tecniche creative per la prima volta  e questo ci fa davvero piacere!! Oggi parliamo del decoupage pittorico sottovetro, con carta classica e con carta di riso.

Partiamo dalla variante un pò più complessa, quella con la carta classica dove in foto è rappresentato dal piatto rettangolare con le rose. Ecco i materiali che occorrono:

piatto di vetro, carta Decomania Rose e Petali, Primer bianco all’acqua, colla per decoupage, colori acrilici Allegro Verde, Verde Muschio, Lampone, Giallo Pastello, Giallo, Terra Bruciata, pennelli per pittorico con setole mozze.

Dalla carta da decoupage ritagliamo il tralcio di rose, facendo attenzione a non lasciare spazi bianchi. Qualora vi siano dei particolari difficili o rametti molto sottili si possono anche escludere e disegnare successivamente sul piatto con un liner sottile. Pulire bene il piatto e preparare tutti i colori e un pò di primer in una tavolozza.  E’ necessario infatti avere tutti i materiali pronti prima di incominciare il lavoro, poichè una volta iniziata la decorazione bisognerà lavorare alla svelta e senza interruzioni. Mettere la figura ritagliata in una ciotola d’acqua per ammorbidire le fibre della carta, asciugarla e appoggiarla su un piano coperto con della carta da forno. Girare il piatto sottosopra e stendere la colla per decoupage prima sul piatto e poi sul dritto della figura. Appoggiare la carta sul piatto e con le dita inumidite di colla (sempre!!!) premere bene per fare fuoriuscire l’eccesso di colla e bolle d’aria, tenendo il piatto dal dritto per controllare il lavoro e il risultato. Mettere il piatto anche in contro luce e premere ancora se notate dei luccichii. 

 

Con una spugnetta umida pulire bene gli eccessi di colla rimasti sul piatto e assicurarsi che la carta sia ben incollata e se necessario ricoprire ancora con un velo sottile di colla.  Utilizzare un pennello per il primer e uno diverso per ogni colore. Tenendo il piatto in mano con la figura disegnata di fronte, picchiettare prima il primer e in seguito il colore acrilico relativo, sfumare ancora con il pennello del primer allontanandosi dalla figura verso l’esterno fino al bordo del piatto. Se necessario intensificare il colore o procedere con il colore più scuro per riprendere gli effetti “chiaro-scuri” già rappresentati sulla carta. E’ importate procedere alla svelta e a spicchi, un pò a destra e un pò a sinistra dal punto di partenza perchè il primer e gli acrilici sul vetro asciugano rapidamente. Se ad esempio si parte con la decorazione pittorica dalla rosa color lampone in alto e si procede in senso orario, quando si ritorna a quel punto si noterà una linea netta biancastra nella congiunzione dovuta al primer che si è asciugato. Se durante la decorazione si dovessero comunque formare queste linee potete o “scioglierle” picchiettando con forza con il pennello o grattarle via con l’unghia per poi ripassare il primer sopra. Si arriverà ad un punto in cui non sarà più possibile tenere il piatto in mano perchè bisogna passare il colore, mettere dunque il piatto sottosopra sul tavolo e continuare con la decorazione, magari sollevando il bordo con un dito per controllare quel punto, e cercando di sfumare il più possibile per evitare i difetti sopra spiegati. Lasciare asciugare per qualche ora, successivamente stendere due mani di colore acrilico bianco e della carta di riso per ultimare il lavoro. Spugnare poi un colore acrilico a scelta (nel nostro caso il lampone) sul bordo del piatto.

 

Per il piatto esagonale con i Lillà il procedimento è lo stesso ma essendo carta di riso non è necessario ritagliarla ma basterà strapparla lungo il bordo della figura. Questo tipo di carta però è semi-trasparente, quindi bisognerà prestare attenzione che sul retro della figura ci sia sempre il primer bianco per fare risaltare al meglio la decorazione e non i colori acrilici.

 

Infine la decorazione dell’ultimo piatto, quello sagomato, è molto semplice poichè si tratta di un normale decoupage sottovetro con carta di riso. La carta e la carta di riso Silk Rose Bianche.

 

In questo caso stendere la colla da decoupage sul retro del piatto e appoggiare la carta di riso dalla parte della figura disegnata, stendere altra colla da decoupage sul retro con un pennello morbido tenendo in mano il piatto per controllare il risultato. Lasciare asciugare bene e rifilare il bordo passando della carta abrasiva eliminando così l’eccesso di carta. Stendere almeno due mani di colore acrilico bianco e spugnare sul bordo un colore a scelta (nel nostro caso il lampone) . In seguito rifinire con una o più mani di vernice satinata all’acqua.  

Se avete domande sull’esecuzioni di questi progetti o altre richieste rispondete a questo post, sarò felice di accontentarvi!

Alla prossima!! ^-^

Vi presento un nuovo progetto dal sapore molto invernale e facilissimo da realizzare!!

 

Materiale occortente:

1 scatola in cartone avorio, 2 palline in plexiglass con divisorio diametro 10 cm, carta riso Paesaggi Blu, pasta neve, pasta sabbiata, colla/vernice per tovaglioli, colori acrilici bianco, blu oltremare, blu notte, albicocca, glitter iridescenti azzurri, neve sintetica, pennelli e spugnette.

Procedimento:

Per la scatola: Con un pennello stendiamo la pasta sabbiata su scatola e coperchio e mentre asciuga scegliamo e strappiamo il soggetto dalla carta di riso. Una volta asciutto applichiamo il decoro sul coperchio con la colla/vernice Easy e con una spugnetta tamponiamo ancora con la pasta sabbiata lungo i contorni per nascondere lo strappo della carta di riso. Mettiamo da parte e coloriamo la scatola alternando gli acrilici blu oltremare e bianco, sfumandoli tra di loro a nostro piacere e lasciamo asciugare. Riprendiamo il coperchio e sfumiamo i colori acrilici riprendendo le tonalità presenti sulla carta con un pennello a setole mozze, picchiettando leggermente. Completate le sfumature spruzziamo della vernice spray opaca di finitura, mentre sulla scatola spruzziamo della colla spray sulla quale faremo cadere un pò di neve sintetica iridescente per un effetto ancora più realistico e il lavoro è terminato! 🙂

 

 

Per le palline: sulle mezze sfere che andranno dietro al dischetto stendiamo esternamente la pasta neve, in una l’ho stesa col pennello e poi ho picchiettato con la spugnetta, sull’altra invece l’ho spatolata. Prima che asciughi spolveriamo con i glitter azzurri e lasciamo  da parte. Scegliamo i soggetti dalla carta di riso, strappiamoli, e incolliamo sui dischetti in plexiglass. Una volta asciutti rifiliamo l’eccesso sui bordi con della carta abrasiva.  Su un paesaggio ho ripreso i particolari in primo piano con la pasta neve stesa con un pennellino a setole mozze piccolo, l’altro dischetto invece l’ho lasciato così. Una volta che sono asciutti assembliamo le palline, in quella con i particolari in rilievo l’ho chiusa e ho steso altra pasta neve con una spugnetta sulla giunzione:

Spolverare ancora con i brillantini prima che la pasta asciughi.  Nell’altra pallina ho inserito in una mezza sfera un pò di neve sintetica, come quei globi con i paesaggi all’interno da scuotere e girare sottosopra, e una volta chiusa ho spatolato la pasta neve sul bordo come per l’altra.

 

 

Ho rifinito con dei fiochetti in organza e cordoncini bianchi per appenderle e sono pronte da regalare!!

Alla prossima ^-^

Eccoci qui finalmente con uno dei progetti in vista del Natale, la cui anteprima è stata pubblicata nel post precedente…

Partiamo dalla pallina con i gufetti, i materiali necessari sono: 1 pallina in polistirolo, carta di riso Decomania Animaletti Natalizi cod. 5086, colla per decoupage, pasta volume, pasta sabbiata, brillantini iridescenti, color 3d oro glitter, pennelli e nastrino in organza rossa.

pallina_nat1

Dal foglio di carta di riso decorato strappare il soggetto scelto, in questo caso i gufetti natalizi. Posizionare il ritaglio in modo centrale sulla pallina e incollare con la colla per dècoupage. Mentre asciuga preparare il composto per l’effetto neve miscelando la pasta volume con la pasta sabbiata in proporzione 1:2. Se vi sembra troppo “spessa” potete aggiungere un pochino d’acqua e miscelare accuratamente con una spatolina. Con un pennello a setole mozze picchiettare la pasta così ottenuta sulla pallina facendone una metà per volta, avendo cura di nascondere bene i bordi della carta di riso,  e prima che la pasta asciughi spolverizzare sopra  i brillantini iridescenti. Lasciare asciugare bene almeno per qualche ora.  Quando è asciutta creare dei piccoli tocchi di luce con il color 3d oro glitter sui ramoscelli, sulle piume dei gufetti, e sui cappellini. Con un chiodino con occhiello per bigiotteria creare il perno per appendere la pallina, e un bel fiocchetto con il nastrino rosso. Se si desidera, finire il lavoro spruzzando una mano di vernice spray opaca.

Per la seconda pallina ecco i materiali necessari; pallina in plexiglass da 10 cm (1 metà) , carta velina bianca da imballo, carta di riso bianca, casette in cartoncino in kit, pasta neve, effetto neve in busta, KTR52 muschio e pigne, 1 pinetto con base, campanellino dorato, colla a caldo, colla vinilica forte, pennelli e nastrini.

pallina_nat3

Prendere la carta velina bianca e creare la base per l’ambientazione, incollando la carta nella pallina con la colla a caldo.  Sull’esterno della pallina incollare la carta di riso bianca, in piccole porzioni cercando di sovrapporla il meno possibile.  Incollare poi sempre con la colla a caldo il muschio sopra la carta velina bianca inserita all’interno. Mentre il lavoro asciuga ritagliare e assemblare le casette e lo steccato dal kit in cartoncino. Incollare gli elementi con la colla a caldo creando l’ambientazione che si preferisce, compreso il pinetto.

pallina_nat4

Con un pennello a setole mozze applicare la pasta neve sul muschio, sulle casette e sul pino e prima che asciughi spolverizzare sopra l’effetto neve in busta. Se si desidera si può fissare la neve con una spruzzata di colla in spray, e anche con un tocco di brillantini iridescenti. Applicare la pasta neve picchettando sull’esterno della pallina e sul bordo.  Lasciare asciugare bene e ripetere l’operazione, soprattutto sul bordo.  Applicare le pignette e il nastrino in cima con la colla a caldo, eventualmente “sporcando” con la pasta neve e i glitter anche le pigne e il lavoro è finito, pronto per decorare l’albero o essere regalato!

Per questi progetti abbiamo creato un unico corso in kit completo di tutti i materiali per l’esecuzione dei lavori sopra descritti,  che troverete da domani nella sezione “Corsi in kit” dello shop! Una simpatica idea creativa, anche da regalare, da non lasciarsi scappare…^-^

palline_nat

A presto!

 

Come anticipato eccovi un progettino molto estivo… la tegola marina!

Materiali occorrenti:

TEGOLA IN TERRACOTTA, CARTONCINO TELATO per BASE, COLORI ACRILICI BIANCO, OCRA, TERRA D’OMBRA, AZZURRO, ROSSO, TOVAGLIOLO IN CARTA DI RISO, COLLA DECOUPAGE, COLLA FORTE, ARGILLA A FREDDO TERRACOTTA, STACCIONATE IN LEGNO, FIORI FUCSIA, MICROFRAMMENTI SABBIA E ARGENTO, ACCESSORI VARI, PENNELLI E BULINO

tegolamare_gen

 

Sulla tegola inumidita stendere il colore bianco e ocra alternati in modo da creare un fondo non uniforme. Lasciare asciugare e intanto scegliere i soggetti dal tovagliolo in carta di riso.  Applicare con la colla per decoupage sulla tegola e mettere da parte.

tegolagen1

 

Con la pasta “Argilla a freddo Terracotta” creare i particolari di decorazione: i mattoncini, le piastrelle per il sentiero, i coppi per il tetto. E’ una pasta estremamente facile da modellare, basta stenderla in sfoglia con un mattarello e tagliare con il cutter. Per le piastrelle e i coppi stenderla molto sottile (2-3 mm) per i mattoncini invece lasciatela più spessa (5-6 mm) e tagliare nelle forme irregolari per le piastrelle e di diverse lunghezze per i mattoncini. Nelle spiegazioni del corso in kit comunque troverete tutti i dettagli e le illustrazioni per realizzare i mini coppi. Colorare il cartoncino telato con il colore terra d’ombra e una volta asciutto applicare la tegola con la colla forte, e costruire il giardino sistemando i mattoncini e le piastrelle.

tegolagen2

Sistemare i cordoncini di pasta ai lati e modellare con un cutter la forma dei mattoni per il muretto perimetrale. Prima che la pasta si asciughi applicarvi sopra le staccionate in legno. Con il pennello passare un pò di colla sulle parti rimaste scoperte del giardino e spolverizzare con i microframmenti alternando i colori sabbia e argento, lasciarne cadere un pò anche sul vialetto in mezzo alle piastrelle.

Ho continuato il progetto colorando di azzurro la fioriera e disegnandoci dei fiori bianchi con il pennello a punta tonda n.2 . Ho sistemato il rampicante fucsia e riempito con le microsfere marroni per creare l’effetto terra. Con la pasta “Argilla a freddo bianca” ho creato il salvagente e i remi, una volta asciutti li ho colorati con il bianco titanio e il rosso vermiglio. Con il bulino ho decorato le staccionate in legno a pallini bianchi e azzurri, ho applicato i coppi ormai solidificati sul tetto della tegola, sistemando prima un cordolo di pasta e premendo leggermente i coppi sopra.

particolare_tegola1

 particolare_tegola

In ultimo, ho inserito una fune in juta e un pezzo di juta bianca nel giardino per simulare una rete da pesca! Avrei potuto continuare ad andare avanti visto che la fantasia mi suggeriva ancora altri particolari e decorazioni…ma per questa volta mi sono fermata qui! Visto che in tante mi avete chiesto un kit per la realizzazione di una tegola ambientata in versione “estiva”  ma di facile realizzo, ho creato questo progetto che troverete nei prossimi giorni nella sezione corsi dello shop con tutto l’occorrente e le spiegazioni illustrate di tutti i passaggi, mentre qui il progetto è illustrato a grandi linee.. Se avete domande su questa tecnica o volete creare qualcosa di particolare come sempre resto a disposizione, a presto!! ^-^

Una deco-idea veloce per realizzare una bomboniera molto creativa adatta per qualsiasi occasione, pubblicata sul numero n°3 Hobby Book Coppi e Accessori 🙂

bomboniera_tegola

bomboniera_tegola2

Colori Allegro utilizzati: Bianco, avorio, verde, lampone, giallo zafferano, cioccolato.

Ecco il pattern del decoro:

pattern

Nel libro sono presenti altri progetti molto interessanti, sulla decorazione classica della tegola o ambientata, in stile country, con le paste modellabili e non solo!

A presto ^-^

Molte persone ultimamente mi hanno richiesto informazioni sull’utilizzo delle carte in fibre di banana, una carta naturale che trovo molto bella per il suo aspetto “vedo non vedo”. Di recente l’ho utilizzata per confezionare delle bomboniere per il battesimo di una bimba (105 in tutto!!) ,  ecco il risultato:

sacchettini_fibre31

 

particolare

Confezionare questi sacchettini è molto semplice: basta avere un paio di forbici affilate, la pistola colla a caldo e un bulino.  Si procede così: si prende il foglio di carta avorio e si divide a metà per il lungo ottenendo così due strisce da 27,50 x 80 cm. Piegare la striscia sul lato più corto ottenendo così una striscia sempre lunga 80 cm ma alta circa 13 cm, segnare con l’aiuto di un cartoncino la larghezza della bustina (io le ho fatte 8 cm) e tagliare. Prendere la bustina così ottenuta come riferimento e tagliare il resto della striscia, e effettuare lo stesso procedimento con l’altra metà del foglio tagliato all’inizio. Mediante la colla a caldo incollare i lati più lunghi delle bustine, ne basta un filo sottile. Un consiglio: lavorare sopra un piano protetto dal cellophane in modo tale da non avere problemi con la colla che potrebbe fuoriuscire dalle fibre.  Con il bulino fare i buchi per il nastrino di raso, inserire il tulle con i confetti e chiudere con un bel fiocchetto!! 🙂 Al posto del tulle si può usare anche la carta di riso o voile per confezionare i confetti, per un effetto al 100% naturale!

Per lo stesso battesimo ho realizzato delle bustine con applicata una coccinella in argento:

sacchettini_coccinella

I “fagottini” con all’interno dei portamatite e matite colorate:

fagottini

 

fagottini1

 

Realizzare i fagottini è molto semplice, anche se magari non sembra 😉

Io ho tagliato dei quadrati da 30×30 cm circa di lato (queste sono misure variabili, dipende da cosa bisogna inserire all’interno)  se si inseriscono solo i confetti basta molto meno tipo 20x2o cm. Con l’aiuto del bulino effettuare due buchini su ogni angolo del quadrato, inserire il contenuto e tirare due lembi in sù fermandoli con una mollettina. Far passare il nastrino (io ho usato il Rosa baby da 3 mm), tirare il terzo lembo e infine il quarto fermandoli tutti insieme con la mollettina. Aggiustare bene il nastrino e fare il fiocchetto!

Se qualche passaggio non fosse chiaro non esitate a contattarmi, sarò lieta di aiutarvi!! Per tutte le altre richieste che ho ricevuto via mail non preoccupatevi, piano piano le esaudirò tutte!! 🙂

A presto